Dal melograno il trattamento contro le malattie infiammatorie dell’intestino

Una sostanza contenuta nelle bacche e nei frutti del melograno fornisce due importanti benefici all’epitelio dell’intestino: migliora la funzione barriera e riduce l’infiammazione per proteggere dalle malattie del colon (colite ulcerosa o morbo di Crohn).

A dirlo è uno studio condotto dall’Institute for Stem Cell Biology and Regenerative Medicine, in India, e dall’Università di Louisville, negli Usa.

A svolgere l’attività infiammatoria è l’urolitina. E’ un importante metabolita microbico derivato da composti polifenolici di bacche e frutti di melograno. E’ stato visto che l’urolitina e il suo analogo strutturale sintetico possono ridurre e proteggere l’intestino dalle malattie infiammatorie dell’intestino.

La scoperta

Nello specifico, gli studiosi hanno visto che questa sostanza è in grado di mitigare le malattie infiammatorie intestinali. Nel contempo, aumentano le proteine che rafforzano le giunzioni delle cellule epiteliali nell’intestino e riducono l’infiammazione dell’intestino.

La ricerca, pubblicata sulla rivista Nature Communications, ha dimostrato che il consumo diretto di urolitina o il suo analogo può compensare la mancanza di specifici batteri responsabili della produzione di urolitina.

La novità sta nell’aver scoperto che la loro modalità di funzionamento include anche la riparazione della disfunzione e il mantenimento dell’integrità della barriera intestinale.

Un altro dato fondamentale è che l’urolitina e e il suo analogo sintetico mostrano effetti sia terapeutici che protettivi.