Influenza ed alimentazione: come combatterla a tavola

Un’adeguata alimentazione può aiutare a combattere l’influenza

Benvenuto inverno, anche quest’anno siamo “sotto attacco” influenzale. Le influenze stagionali sono in agguato e si aggirano indisturbate. E’ opportuno, dunque, difenderci in maniera adeguata e corretta, ma soprattutto occorre essere più intelligenti del virus stesso. In che modo? Innanzitutto seguendo una corretta alimentazione che può aiutare a combattere le influenze stagionali.

Quali sono le 5 regole per prevenire e combattere i sintomi dell’influenza?
  • Quando si tossisce o si starnutisce è buona regola ripararsi la bocca e il naso.
  • Lavare le mani spesso e accuratamente con acqua e sapone.
  • E’ preferibile evitare di toccare occhi, naso e bocca, facili vie di entrata dei virus.
  • Rimanere a casa quando si manifestano i sintomi dell’influenza.
  • Evitare i luoghi troppo affollati, dove si moltiplicano le occasioni di contagio
Alimentazione vs virus influenzale

In generale con una dieta sana e variegata, ricca di frutta e verdura, possiamo fare il pieno di tutti i nutrienti che proteggono il nostro organismo dai virus invernali. I principali alleati a tavola sono:

  1. La vitamina C, un potente antiossidante, aiuta le cellule a difendersi con maggiore efficacia ed ha anche un effetto indiretto sul sistema immunitario, permettendogli di lavorare al meglio. Si può trovare nelle classiche spremute d’arancia, ma soprattutto nel kiwi, il frutto con maggiore quantità di vitamina C.
  2. Lo zinco, nutriente importante perché stimola la produzione di anticorpi, è contenuto nella carne, uova, ostriche, cereali, noci e legumi.
  3. La vitamina D presente nel pesce, fegato latte e uova.
  4. La vitamina E presente nella frutta secca e nell’olio d’oliva.
  5. I carotenoidi presenti nelle carote, zucca, patate, pomodori, spinaci, carciofi, broccoli e peperoni.
E’ consigliabile:
  • Consumare almeno 5 porzioni di frutta e verdura fresca al giorno, in particolare agrumi, frutti di bosco, kiwi, peperoni, pomodori, broccoli, cavolo e verza.
  • Condire i cibi con le spezie che svolgono un’azione vasodilatatrice, favorente la sudorazione e la conseguente stabilizzazione della temperatura corporea, in particolare curry, paprika e peperoncino.
  • Aumentare la sapidità dei pasti con il limone che facilita l’assorbimento del ferro presente in altri alimenti, che a sua volta potenzia le difese naturali contro raffreddore, mal di gola e tosse.
  • Evitare di mangiare troppi cibi grassi e dolci in quanto lo zucchero, in particolare, ha un effetto negativo sul sistema immunitario, abbassando la sua efficacia.
Dott.ssa Stefania De Liguoro
stefania@deliguoro.eu + articoli

Specialista in Scienze della Nutrizione Umana