La donna batte l’uomo sulla memoria

Il cervello di una donna di mezza età è più performante di quello di un uomo, sulla memoria.

A dirlo è uno studio condotto dai ricercatori del Brigham and Women’s Hospital di Boston. In base ai dati raccolti, è emerso che le donne di mezza età hanno una maggiore capacità mnemonica rispetto ai coetanei dell’altro sesso: ricordano meglio le date, anniversari e tanto altro ancora.

Tuttavia questo primato è temporaneo e tende a scemare con la menopausa, fase in cui gli estrogeni (ormoni femminili) iniziano gradualmente a diminuire.

Lo studio

La ricerca – pubblicata sulla rivista Menopause, giornale ufficiale della North American Menopause Society (NAMS) – è stata condotta su un un campione di 212 individui di entrambi i sessi ed età compresa tra 45 e 55 anni.

I risultati – che certamente faranno storcere il naso ai maschietti di mezza età – potrà avere importanti risvolti scientifici nel chiarire i motivi per cui le donne hanno un rischio praticamente doppio di andare incontro a problemi di demenza (come nel caso dell’Alzheimer) rispetto agli uomini.

Leggi anche “Studio americano: le mamme dormono meno dei papà
Redazione Scientifica

Redazione Scientifica

Rivista di Medicina, Attualità, Cultura