Selfie-mania: potresti soffrire di solitudine

Se anche tu sei ossessionato dai selfie, potresti iniziare a farti qualche domanda in più!

Quella dei selfie è una vera e propria mania scoppiata negli ultimi anni, al punto tale da spingere i produttori di smartphone a potenziare l’ottica frontale per una maggiore resa fotografica.

Ma quali sono i motivi che spingono sempre più persone a fotografarsi e condividere le foto sui social?

Secondo una recente ricerca, dietro questa sorta di dipendenza, si nasconderebbero aspetti molto più profondi e meno banali legati al nostro modo di essere. Insomma, non è solo vanità o voglia di attenzione. Lo studio – condotto dal National Institute of Development Administration di Bangkok, in Tailandia e pubblicata sul Journal of Psychosocial Research on Cyberspace – sostiene che sia presente una certa predilezione alla solitudine. Ci sentiamo soli e, attraverso i selfie, cerchiamo il contatto e l’approvazione di amici e conoscenti.

La ricerca

Gli studiosi hanno analizzato un campione di 300 studenti che utilizzavano di frequente gli smartphone e avevano l’abitudine di scattare, in correlazione con alcuni tratti della personalità, tra i quali quelli legati alla solitudine o al narcisismo.

In base ai risultati raccolti, gli studiosi sostengono che chi scatta selfie in maniera compulsiva tende a sentirsi solo. Perché? Si ritiene che la qualità dei rapporti con gli altri sia compromessa.

 

Redazione Scientifica

Redazione Scientifica

Rivista di Medicina, Attualità, Cultura