I calli: perchè si formano e come prevenirli

Quello dei calli è un disturbo molto comune e a tutti, prima o poi, capita di soffrirne.

Cosa sono e perché si formano

Un callo è costituito da un’area ben delimitata di cute molto dura e d’aspetto corneo. Si forma a seguito di un continuo sfregamento o di una prolungata pressione, ed è caratterizzata dalla presenza di un accumulo di cellule cutanee morte e di cheratina, una sostanza proteica prodotta da queste cellule.

Col tempo le cellule degli strati cutanei sottostanti tende ad infiammarsi, provocando fastidio e persino dolore. Ciò è dipeso dalla compressione che lo strato corneo esercita sui tessuti sottostanti.

Queste caratteristiche sono identiche per tutti i tipi di calli, anche per quelli che, a causa della loro particolare estensione, sono definiti callosità.

Di solito i calli si formano a seguito di una eccessiva pressione sulla pelle, soprattutto in seguito all’uso di calzature troppo strette.

Il trattamento

Il trattamento, data la loro natura, prevede la loro rimozione, affidandosi comunque a mani esperti. Si può prevenire la formazione, utilizzando calzature morbide e e comode, dotate di imbottiture o di supporti plantari in corrispondenza dei punti più esposti all’attrito.

Redazione Scientifica
+ articoli

Rivista di Medicina, Attualità, Cultura

Redazione Scientifica

Redazione Scientifica

Rivista di Medicina, Attualità, Cultura