10 consigli per prevenire e rallentare l’insufficienza venosa

L’insufficienza venosa cronica agli arti inferiori colpisce soprattutto le donne e i primi segni si possono manifestare già all’età di 15-20 anni. Con l’aumentare delle temperature, i sintomi (gonfiore alle gambe, senso di pesantezza, dolore, sensazione di bruciore, formicolii, capillari) si riacutizzano.

Ecco di seguito cosa fare per alleviare i disturbi in 10 semplice mosse:

 

 

In tal senso può essere utile la ginnastica dolce, il nuoto, praticare con regolarità la marcia (durante la quale ad esempio si ha la contrazione delle masse muscolari della gamba che induce spremitura del sangue contenuto nelle vene essendo il piede e le gambe la pompa principale del sistema venoso).

Ecco alcuni semplici esercizi che possono aiutare:
1) alzarsi spesso sulle punte dei piedi (questo stimola la pompa muscolare del polpaccio, favorendo la spinta in alto del sangue);
2) sdraiati sul dorso, mani sotto la nuca, gambe distese, flettere le cosce sull’addome ed estendere alternativamente le gambe verso l’alto e riportarle a terra senza fletterle per varie volte (si parte da 5 volte e poi man mano si aumenta, a seconda dell’età del paziente, fino ad un massimo di 15/20 volte);
3) Sdraiati sul dorso a gambe sollevate, flettere le dita dei piedi, poi estenderle, flettere ed estendere per circa 30 secondi, poi eseguire alternativamente movimenti di flessione ed estensione dei piedi sempre per circa 30 secondi.

Redazione Scientifica

Redazione Scientifica

Rivista di Medicina, Attualità, Cultura