Il latte materno aiuta a combattere le allergie alimentari nei neonati

Queste cellule protettive nel latte materno favoriscono la tolleranza degli alimenti a lungo termine

Il latte materno delle madri che allattano e che durante la gravidanza mangiano cibi che causano comunemente allergia, come latte, uova, arachidi, noci, soia, grano, pesce e crostacei possono aiutare a proteggere i neonati dallo sviluppo di allergie alimentari, suggerisce una nuova ricerca.

Lo studio è stato condotto dall’Università del Michigan e pubblicato Journal of Experimental Medicine,

La ricerca

Lo studio ha dimostrato che quando una madre in allattamento o incinta è esposta a una proteina alimentare, si combina con i suoi anticorpi, che vengono trasferiti alla prole attraverso l’allattamento al seno.

I complessi proteina-anticorpo alimentare vengono quindi introdotti nel sistema immunitario in via di sviluppo della prole, innescando la produzione di cellule immunitarie T protettive che sopprimono le reazioni allergiche agli alimenti.

Queste cellule protettive persistono anche dopo la scomparsa degli anticorpi della madre, favorendo la tolleranza a lungo termine.

I risultati supportano le recenti linee guida sulla prevenzione delle allergie, secondo cui le madri dovrebbero evitare cibi ad alto rischio allergico durante la gravidanza o l’allattamento.

Leggi – Alimentazione in gravidanza: proteine, fosforo e calcio per un corretto apporto nutrizionale

“Mangiare una vasta gamma di alimenti nutrienti durante la gravidanza e l’allattamento al seno non promuoverà allergie alimentari nello sviluppo di bambini e potrebbe proteggerli dall’allergia alimentare”, ha detto James R. Baker, professore all’Università del Michigan.