Idrossitirosolo nell’olio extra vergine di oliva contro il fegato grasso

L’idrossitirosolo, un composto che si trova in abbondanza nell’olio extravergine d’oliva è in grado di ridurre in modo significativo i sintomi della resistenza all’insulina e la steatosi epatica non alcolica (NAFLD), ovvero il fegato grasso. A dirlo è una ricerca condotta dall’Università del Cile

L’Idrossitirosolo è un polifenolo con spiccate attività antiossidanti, presente in molte parti dell’olivo; si tratta di una sostanza liquida, incolore, dall’aspetto molto simile a quello dell’acqua.

Lo studio condotto in laboratorio sui topi, ha dimostrato che l’idrossitirosolo è stato in grado di ridurre gli enzimi epatici collegati a uno squilibrio nella composizione in acidi grassi del fegato, cervello e cuore.

I risultati hanno rivelato che l’aggiunta di una dose relativamente bassa di idrossitirosolo nella dieta, è stata sufficiente ad invertire lo stress ossidativo che è legato alla malattia del fegato grasso.

In poche parole, questa sostanza esercita un effetto protettivo sul fegato e può offrire protezione contro lo stress ossidativo.

Tuttavia, questi risultati vanno ricercati attraverso una sperimentazione diretta sull’uomo.

Informa anche i tuoi amici

shares