Emicrania: in arrivo il cerotto “smart” che spegne il dolore

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità le cefalee figurano fra i primi dieci posti nella lista delle malattie che più compromettono il benessere fisico e psicologico a livello globale.

L’emicrania, in particolare, è un disturbo molto diffuso che colpisce in prevalenza il gentil sesso. Quando è molto intenso, impedisce lo svolgimento delle più elementari attività quotidiane, ed ha un alto impatto sulla vita di tutti i giorni.

Ora una nuova scoperta medica accenderebbe un filo di speranza a tutti coloro che ne soffrono.

Non si tratta dei soliti farmaci o analgesici per combattere il dolore, ma di un rivoluzionario cerotto elettronico che, inviando una scossa elettrica indolore al cervello, sarebbe in grado di spegnere anche le cefalee più debilitanti.

Ad inventarlo un team di ricercatori israeliani della Technion Faculty of Medicine ad Haifa, che ha pubblicato i risultati dello studio sulle pagine della rivista scientifica Neurology.

Il cerotto si applica sul braccio e invia una stimolazione elettrica indolore per il cervello

COME FUNZIONA
Il cerotto si applica sul braccio e invia una stimolazione elettrica percettibile, ma del tutto indolore per il cervello. La stimolazione, come ha spiegato David Yarnitsky, responsabile dell’equipe di ricercatori, “attiva un centro nervoso alla base del cervello che induce l’inibizione del dolore in tutto il corpo, effetto chiamato “modulazione condizionata del dolore”.

Il cerotto è stato testato con successo nel corso di una lunga sperimentazione su 71 pazienti colpiti frequentemente da emicrania.

COME SI ATTIVA
Il cerotto entra in funzione grazie alla tecnologia wireless e viene controllato attraverso una specifica App per smartphone. La stimolazione va attivata non appena inizia l’attacco di emicrania, e comunque entro 20 minuti dall’inizio dello stesso. Dallo studio emerge che la stimolazione ha la stessa efficacia delle terapie farmacologiche classiche per l’emicrania.