La rivincita del formaggio sul colesterolo

E se il formaggio facesse bene alla salute? I risultati di recenti studi scientifici stanno andando in questa direzione: i formaggi non sono così “cattivi” per il benessere del nostro organismo.

La ricerca
Un gruppo di studiosi dell’University college di Dublino ha esaminato le analisi del sangue di oltre 1500 soggetti di età compresa tra i 18 e i 90 anni.
I risultati hanno evidenziato che gli individui che consumavano abitualmente formaggi avevano livelli di colesterolo LDL bassi tanto quanto quelli che invece li evitavano.
Inoltre è emerso che chi mangiava formaggi con alto contenuto di grassi saturi aveva meno percentuale di grasso corporeo, una vita più sottile e una pressione più bassa.
Per ora non esistono evidenze scientifiche che dimostrino i motivi dell’effetto benefico dei formaggi e latticini sull’organismo, ma l’indagine pubblicata in Usa sulla rivista scientifica “Nutrition and Diabetes” conferma quanto sostenuto già in precedenti studi.

Altre ricerche
Secondo un’altra indagine, bere una tazza di latte al giorno riduce il rischio di obesità di bambini e adulti.
Lo studio è stato condotto in Cina presso l’Università di scienze e tecnologie di Qingdao e pubblicato sugli Annals of Epidemiology.
I ricercatori hanno analizzato i dati di oltre 30 studi già pubblicati sul consumo di latte e formaggi in riferimento al rischio di obesità. Ebbene, contrariamente a quanto si pensava, i latticini non solo non rappresentano una minaccia per l’obesità, ma possono persino aiutare a perdere peso.
Nello specifico, gli studiosi hanno calcolato che per ogni 200 grammi di latte consumati al giorno (circa una tazza) il rischio di obesità di bambini e adulti si riduce del 16%.
Gli stessi ricercatori universitari sono convinti che si tratta di un risultato oltremodo significativo, in quanto può avere importanti risvolti sul fronte della salute pubblica.