Troppi zuccheri accorciano la vita

Un gruppo di ricercatori inglesi ha scoperto che una dieta ricca di zuccheri influenza alcuni geni legati alla longevità.

Per dimostrarlo sono stati utilizzati dei moscerini della frutta – si, avete letto bene – il cui “gene della longevità” è presente e attivo anche negli uomini.

La ricerca si deve a un team internazionale di ricercatori coordinato da scienziati della University College di Londra e pubblicato sulla rivista Cell Reports (Adam J. Dobson, Marina Ezcurra, Charlotte E. Flanagan, Adam C. Summerfield, Matthew D. W. Piper, David Gems and Nazif Alic, ‘Nutritional programming of lifespan by FOXO inhibition on sugar-rich diets’).

La ricerca 

Gli studiosi hanno messo a confronto due gruppi di moscerini della frutta, che in genere vivono in media 90 giorni. Li hanno divisi in due gruppi: al primo hanno dato un’alimentazione ricca di zuccheri; all’altro è stato invece alimentato con una dieta sana sin dall’inizio. La somministrazione è andata avanti per tre settimane

Risultato

Al termine delle tre settimane – equivalenti a molti anni di vita umana -,  i ricercatori hanno scoperto che i moscerini che avevano mangiato troppi zuccheri , invecchiavano e morivano prima prima, il 7% in meno degli altri moscerini che avevano seguito una dieta sana con una percentuale di zuccheri del 5%.

 

Conclusioni

L’esperimento, anche se condotto su moscerini, lancia un segnale importante per la salute dell’uomo. L’eccessiva assunzione di zuccheri nel corso degli anni può accelerare i processi di invecchiamento.

 

Redazione Scientifica

Redazione Scientifica

Rivista di Medicina, Attualità, Cultura