5 buoni motivi per mangiare la zucca: scopri quali

Se mangiate la zucca solo ad Halloween, state commettendo un grave errore

La zucca è molto nutriente ed è un ottimo cibo autunnale. E’ ricca di vitamina A, che è nota per prevenire l’invecchiamento. I suoi semi contengono alti livelli di antiossidanti che proteggono contro l’insorgenza di tumori. Per gli esperti, il suo contenuto di fibre può aiutare a mantenere i livelli di colesterolo sotto controllo

1. Fa bene alla salute di pelle e occhi

La zucca, insieme a carote e patate, contiene alti livelli di beta-carotene e carotenoidi, responsabili della sua colorazione arancione. Il Beta-carotene viene convertito da nostro metabolismo in vitamina A, che è uno dei nutrienti più importanti per il benessere cutaneo. 

Il beta-carotene, convertito in vitamina A, viene ulteriormente scomposto in retinolo, molecola capace di prevenire le malattie degenerative degli occhi. Inoltre contribuisce a migliorare la salute degli occhi degli occhi e rallentare il declino della funzione della retina che può causare cecità.

2. Aiuta a perdere peso

Ha poche calorie e carboidrati. Il senso di sazietà delle verdure, e quindi della zucca, ti impedirà di fare continui spuntini durante il giorno.

3. Ricco di antiossidanti naturali

L’olio di semi di zucca contiene livelli molto elevati di antiossidanti naturali e di acidi grassi polinsaturi, in particolare la forma gamma-tocoferolo della vitamina E, che è un potente antiossidante. Studi scientifici hanno dimostrato che è in grado di ridurre l’infiammazione, svolgendo una forma di prevenzione contro alcune forme di cancro. Gli studiosi hanno anche scoperto che attiva i geni coinvolti nel prevenire l’attacco della malattia di Alzheimer.

4. Fa bene al cuore e migliora l’umore

Gli antiossidanti contenuti nella zucca possono svolgere un’azione protettiva per tutto il corpo, compreso il cuore e vasi sanguigni. Ricca di magnesio, che è coinvolto in molte reazioni di chimica del cervello, la zucca potrebbe aiutare a curare la depressione e l’ansia.

5. Potenzia le difese immunitarie

Grazie alla presenza di vitamina A e C, la zucca può essere un ottimo modo per tenere alla larga i batteri influenzali.

cane cuore

Possedere un cane fa bene alla salute del cuore

I proprietari di cani tendono ad avere un livello più alto di attività fisica, un maggiore benessere e più contatti sociali.

Buone notizie per chi possiede un cane. Secondo uno studio svedese, l’amico a quattro zampe può aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiache.

Come? Gli amici a quattro zampe contribuiscono ad aumentare l’attività fisica dei loro proprietari.

Insomma, possedere un cane per compagnia può essere particolarmente utile per le persone che vivono da sole. La ricerca è stata condotta dal Dipartimento di Scienze mediche dell’Università di Uppsala.

Leggi – Dormire col cane aiuta a riposare meglio

I cani originariamente allevati per la caccia – come terrier, golden retriever e segugi – erano associati ad un minor rischio di malattie cardiovascolari.

La ricerca

Nel nuovo studio, i ricercatori hanno esaminato oltre 3,4 milioni di adulti dai 40 agli 80 anni che vivono in Svezia.

I dati sono stati raccolti dal registro svedese della popolazione totale, che contiene diverse informazioni, tra cui nascita, migrazione, cambio di cittadinanza, stato civile e decesso. Nello specifico, i ricercatori hanno scelto di concentrarsi sui dati raccolti su un periodo di 12 anni, a partire dal 1 gennaio 2001.

Per comprendere meglio l’influenza degli animali domestici sulla salute del cuore degli esseri umani, i ricercatori hanno confrontato i dati della popolazione con quelli registrati durante lo stesso periodo di 12 anni.

Complessivamente, i risultati dello studio hanno mostrato che i proprietari di cani avevano un minor rischio di morte a causa di malattie cardiovascolari, in particolare per le persone che vivono da sole.

I risultati hanno mostrato che i proprietari di cani singoli avevano una riduzione del 33% del rischio di morte.

Inoltre, i ricercatori hanno confrontato anche le varie razze canine. I loro risultati hanno rivelato che i cani originariamente allevati per la caccia – come terrier, golden retriever e segugi di profumo – erano associati a un minor rischio di malattie cardiovascolari.

Perché fa bene alla salute

Sebbene i nuovi risultati non spieghino se e in che modo i cani possano proteggere gli esseri umani dalle malattie cardiovascolari, i proprietari di cani tendono ad avere un livello più alto di attività fisica, un maggiore livello di benessere e più contatti sociali.

Studio americano: il riposino pomeridiano fa bene alla salute

La mamma lo ripeteva sempre: dopo pranzo non c’è nulla di meglio di un buon riposino per ricaricare le batterie. E la mamma, si sa, ha sempre ragione. Se ne è accorta anche la scienza che è riuscita dimostrare come la pennichella apporti innumerevoli benefici al nostro organismo.

In una ricerca condotta dai neuropsicologi dell’Università del Saarland, in Germania, si spiega che la pennichella sia un vero e proprio toccasana per la memoria, la cui capacità aumenta di ben cinque volte.

Leggi anche “Studio inglese: godersi la vita aiuta a vivere meglio e di più”

I colleghi americani della Sleep Foundation, invece, ritengono che il riposino pomeridiano amplifichi del 40 per cento la creatività di una persona. Ma non è tutto. i I benefici  riguardano anche la riduzione dello stress e il miglioramento del metabolismo.

Di recente, in un altro studio, è stato appurato che riposarsi dopo pranzo faccia bene al cuore. E’ risaputo che chi, durante la notte dorme poco e male, rischia di andare incontro a malattie cardiache rispetto a chi dorme almeno sette ore a notte. Se si ha la possibilità di risposare durante il pomeriggio, è possibile ridurre i rischi di coloro che dormono poco nelle ore notturne.

Attenzione: gli scienziati suggeriscono di non esagerare. Per ottenere i benefici del riposino pomeridiano, sono sufficienti 45 minuti e l’orario preferibile è tra le 13 e le 15.

Studio americano: il riposino pomeridiano fa bene alla salute

La mamma lo ripeteva sempre: dopo pranzo non c’è nulla di meglio di un buon riposino per ricaricare le batterie. E la mamma, si sa, ha sempre ragione. Se ne è accorta anche la scienza che è riuscita dimostrare come la pennichella apporti innumerevoli benefici al nostro organismo.

In una ricerca condotta dai neuropsicologi dell’Università del Saarland, in Germania, si spiega che la pennichella sia un vero e proprio toccasana per la memoria, la cui capacità aumenta di ben cinque volte.

Leggi anche “Studio inglese: godersi la vita aiuta a vivere meglio e di più”

I colleghi americani della Sleep Foundation, invece, ritengono che il riposino pomeridiano amplifichi del 40 per cento la creatività di una persona. Ma non è tutto. i I benefici  riguardano anche la riduzione dello stress e il miglioramento del metabolismo.

Di recente, in un altro studio, è stato appurato che riposarsi dopo pranzo faccia bene al cuore. E’ risaputo che chi, durante la notte dorme poco e male, rischia di andare incontro a malattie cardiache rispetto a chi dorme almeno sette ore a notte. Se si ha la possibilità di risposare durante il pomeriggio, è possibile ridurre i rischi di coloro che dormono poco nelle ore notturne.

Attenzione: gli scienziati suggeriscono di non esagerare. Per ottenere i benefici del riposino pomeridiano, sono sufficienti 45 minuti e l’orario preferibile è tra le 13 e le 15.