stress

Stress: ecco come uomini e donne lo combattono

Uomini e donne affrontano i momenti di forte stress in maniera diversa. Come?

Le donne sono più propense a razziare il pacco di biscotti o il frigorifero per allentare la tensione. Gli uomini, a differenza del gentil sesso, preferiscono fare sesso.

Se ne sono accorti i ricercatori della Northumbria University nel corso di uno studio condotto dalla psicologa Louise Liddon, su 347 persone (115 uomini e 250 donne) e presentato alla conferenza annuale della British Psychological Society’s Division of Clinical Psychology a Liverpool.

Le donne e il cibo

Le donne scelgono di abbassare i loro livelli di stress attraverso il cibo. Gli studi, al riguardo, dimostrano la propensione a ricercare cibi grassi e zuccheri, legati alla produzione di cortisolo.

Quest’ultimo è un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali del nostro corpo ed è conosciuto anche come “ormone dello stress”, proprio perché la sua produzione, in genere, aumenta a seguito di situazioni di forte stress, fisico e mentale, al fine di incrementare la quantità di energia necessaria al nostro corpo.

Gli uomini

Per gli uomini, invece, il sesso viene visto come un escamotage per sfuggire dai problemi che si stanno attraversando in un determinato momento della vita. “Le endorfine rilasciate forniscono una sensazione di benessere, proprio come se si stesse assumendo un farmaco” ha spiegato il dott. John Barry, dell’University College di Londra.

LEGGI – Gli sport per combattere lo stress

La donna batte l’uomo sulla memoria

Il cervello di una donna di mezza età è più performante di quello di un uomo, sulla memoria.

A dirlo è uno studio condotto dai ricercatori del Brigham and Women’s Hospital di Boston. In base ai dati raccolti, è emerso che le donne di mezza età hanno una maggiore capacità mnemonica rispetto ai coetanei dell’altro sesso: ricordano meglio le date, anniversari e tanto altro ancora.

Tuttavia questo primato è temporaneo e tende a scemare con la menopausa, fase in cui gli estrogeni (ormoni femminili) iniziano gradualmente a diminuire.

Lo studio

La ricerca – pubblicata sulla rivista Menopause, giornale ufficiale della North American Menopause Society (NAMS) – è stata condotta su un un campione di 212 individui di entrambi i sessi ed età compresa tra 45 e 55 anni.

I risultati – che certamente faranno storcere il naso ai maschietti di mezza età – potrà avere importanti risvolti scientifici nel chiarire i motivi per cui le donne hanno un rischio praticamente doppio di andare incontro a problemi di demenza (come nel caso dell’Alzheimer) rispetto agli uomini.

Leggi anche “Studio americano: le mamme dormono meno dei papà

La donna più longeva del mondo è italiana

Lo scorso 29 novembre ha compiuto 117 anni, diventando ufficialmente la “nonnina” più anziana del Pianeta. Si chiama Emma Morano ed è nata il 1899 in un paesino in provincia di Vercelli.

L’operaia, che oggi in una casetta a Pallanza, sul lago Maggiore, è l’ultima testimone dell’800, come ha ricordata il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, nel suo personale messaggio d’auguri. Ha attraversato tre secoli ed ha visto passare tre re d’Italia, 11 papi e 12 presidenti della Repubblica. Ha persino un profilo Facebook curato dai nipoti che per il suo 117 compleanno hanno creato un evento che è diventato subito virale.

Il suo segreto?
In una intervista ha rivelato che mangia tre uova al giorno, e la sua alimentazione è a base di biscotti pastina in brodo di carne, biscotti e savoiardi, banane, e fino a qualche anno fa gianduiotti. Una dieta che difficilmente verrebbe  prescritta dai nutrizionisti.