stress

Stress: ecco come uomini e donne lo combattono

Uomini e donne affrontano i momenti di forte stress in maniera diversa. Come?

Le donne sono più propense a razziare il pacco di biscotti o il frigorifero per allentare la tensione. Gli uomini, a differenza del gentil sesso, preferiscono fare sesso.

Se ne sono accorti i ricercatori della Northumbria University nel corso di uno studio condotto dalla psicologa Louise Liddon, su 347 persone (115 uomini e 250 donne) e presentato alla conferenza annuale della British Psychological Society’s Division of Clinical Psychology a Liverpool.

Le donne e il cibo

Le donne scelgono di abbassare i loro livelli di stress attraverso il cibo. Gli studi, al riguardo, dimostrano la propensione a ricercare cibi grassi e zuccheri, legati alla produzione di cortisolo.

Quest’ultimo è un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali del nostro corpo ed è conosciuto anche come “ormone dello stress”, proprio perché la sua produzione, in genere, aumenta a seguito di situazioni di forte stress, fisico e mentale, al fine di incrementare la quantità di energia necessaria al nostro corpo.

Gli uomini

Per gli uomini, invece, il sesso viene visto come un escamotage per sfuggire dai problemi che si stanno attraversando in un determinato momento della vita. “Le endorfine rilasciate forniscono una sensazione di benessere, proprio come se si stesse assumendo un farmaco” ha spiegato il dott. John Barry, dell’University College di Londra.

LEGGI – Gli sport per combattere lo stress

Studio canadese: le donne ricordano meglio dopo aver fatto l’amore

Più fai sesso, più ricordi. Il singolare binomio sembra trovare riscontro in un recente esperimento scientifico, secondo cui chi ha un’attività sessuale intensa e regolare ha una maggiore capacità di di memoria a breve termine. A dirlo è uno studio canadese condotto dalla McGill University e pubblicata sulla rivista Archives of Sexual Behaviour.

Il test
Lo studio ha coinvolto 78 giovani donne, di età compresa tra i 18 e i 29 anni, e analizzato le loro abitudini sessuali. Il campione è stato sottoposto ad un test di memoria che riguardava la memorizzazione di un gruppo di 60 parole e volti.

I risultati
Le donne che avevano dichiarato di avere un’attività sessuale intensa e regolare avevano ottenuto punteggi più alti nei test. La capacità di memorizzazione risultava più evidente quando si trattava di ricordare parole piuttosto che volti. Un particolare non del tutto insignificante: studi pregressi avevano dimostrato che fare sesso stimoli in qualche modo la formazione di neuroni (neurogenesi) nell’area dell’ippocampo, legata appunto ai ricordi delle parole.

San Valentino: il sesso in menopausa. Il miglioramento dei parametri sessuali femminili con il trattamento del laser CO2

L’amore e il sesso a San Valentino, così come in tutti i giorni dell’anno, non hanno età: anche dopo la menopausa le donne amano e desiderano essere amate, anche se la sessualità si modifica ed evolve con lo scorrere del tempo.

A volte in menopausa il sesso può diventare più doloroso per via della secchezza vaginale, causata dalla scomparsa degli estrogeni: secondo l’Indiana University, un terzo delle donne nella vita soffre di dolori vaginali durante i rapporti sessuali.

Questo disturbo frequentissimo può causare dei limiti al rapporto con il partner: molte donne infatti non ne parlano né con il compagno né con il proprio ginecologo per senso del pudore.

LO STUDIO

La dottoressa Maria Sophocles, del Women Healthcare dell’Università di Princeton, ha esaminato 62 donne in postmenopausa, tra i 46 e i 75 anni di età, che sono state sottoposte al trattamento con il laser a CO₂, MonnaLisa Touch™ per tre volte a sei settimane di distanza.

I PARAMETRI

Sono stati valutati, prima e dopo il trattamento, i sei parametri della sessualità: desiderio, eccitazione, lubrificazione, orgasmo, soddisfazione sessuale ed è stato riscontrato un miglioramento di tutti i parametri e allo stesso tempo è stata rilevata la diminuzione del dolore durante i rapporti sessuali (dispareunia).

I RISULTATI

Il trattamento MonnaLisa Touch – che emette impulsi delicati stimolando la produzione di collagene e la vascolarizzazione delle parti intime – ha migliorato nell’82,3% delle pazienti le funzioni sessuali con un miglioramento significativo della lubrificazione intima e una diminuzione del dolore durante il rapporto sessuale.

Altri vantaggi riscontrati della procedura laser a CO₂ sono la facilità di utilizzo, la rapidità del trattamento (una seduta dura pochi minuti), l’assenza di effetti collaterali e l’ottima tollerabilità da parte delle pazienti.